Blog

Autotrasporto conto terzi: contributi a fondo perduto per gli investimenti

incentivi-settore-autotrasporto

Il Decreto del 22 luglio 2019 del M.I.T. ha disciplinato le modalità di erogazione dei contributi relativi all’anno 2019 in favore delle imprese di autotrasporto e la loro ripartizione fra le varie tipologie d’investimento.

Il Decreto prevede contributi per investimenti avviati a partire dal 25 ottobre 2019 ed entro il 15 giugno 2020 mediante acquisizione o locazione finanziaria di beni nuovi di fabbrica, nello specifico:

  • Euro 2.000 per veicoli commerciali leggeri – Euro 6 D-Temp (da 3,5 a 7 tonnellate)
  • Euro 5.000 per ogni veicolo (da 7 a 16 tonnellate) Euro 6 con contestuale rottamazione di altro veicolo (da 11,5 tonnellate a salire);
  • Euro 12.000 per ogni veicolo (superiore a 16 tonnellate) Euro 6 con contestuale rottamazione di altro veicolo (da 11,5 tonnellate a salire);
  • Fino ad un massimo di 5.000 Euro (o 1.500 Euro per le grandi imprese) per:
    •  rimorchi e semirimorchi, per trasporto combinato ferroviario UIC 596-5, e per trasporto  combinato marittimo dotati di ganci nave IMO dotati di dispositivi innovativi
    • rimorchi e semirimorchi o equipaggiamenti per veicoli (superiori alle 7 tonnellate) allestiti per il trasporto ATP con unità frigorifere/calorifere conforme al Regolamento UE n. 2016/1628 o da unità criogeniche autonome non collegate al motore del veicolo trainante oppure da unità elettriche funzionanti con alternatore collegato al motore del veicolo trainante
    • Sostituzione, nei rimorchi, semirimorchi o veicoli specifici (superiori alle 7 tonnellate) allestiti per il trasporto ATP delle unità frigorifere/calorifere con nuove unità frigorifere/calorifere conforme al Regolamento UE n. 2016/1628 o da unità criogeniche autonome non collegate al motore del veicolo trainante oppure da unità elettriche funzionanti con alternatore collegato al motore del veicolo trainante.
  • Euro 4.000 per ogni veicolo (da 3,5 a 7 tonnellate) a trazione alternativa a metano CNG e a motorizzazione ibrida (diesel/elettrico)
  • Euro 8.000 per ogni veicolo a trazione alternativa ibrida (diesel/elettrico) e CNG pari o superiore alle 7 tonnellate ed inferiore alle 16 tonnellate
  • Euro 10.000 per ogni veicolo full elettric (da 3,5 a 7 tonnellate)
  • Euro 20.000 per ogni veicolo full elettric (superiore a 7 tonnellate)
  • Euro 20.000 per ogni veicolo (superiore a 16 tonnellate) a trazione alternativa a gas naturale liquefatto LNG, CNG o a motorizzazione ibrida (diesel/elettrico)
  • Fino ad un massimo di 1.000 euro per dispositivi di riconversione di autoveicoli da motorizzazione termica ad elettrica
  • Euro 8.500 per l’acquisto di un gruppo di 8 casse mobili ed 1 rimorchio o semirimorchio

È esclusa la cumulabilità con altre agevolazioni pubbliche, incluse quelle concesse a titolo di De minimis. I contributi sono maggiorati su richiesta del 10% nel caso di piccole e medie imprese, nonché reti d’impresa. I beni oggetto degli incentivi, non possono essere venduti fino al 31 dicembre 2022, pena la revoca del contributo erogato.

I fondi potranno essere prenotati dal 24 ottobre 2019 al 31 marzo 2020.

A differenza degli anni precedenti in questa edizione i fondi saranno assegnati seguendo l’ordine di arrivo delle domande di prenotazione del contributo. E’ quindi importante presentare le domande appena possibile.

Per maggiori informazioni, contattare:
Francesco Fontana
T. 0521/227246 | E. ffontana@prefinaparma.it
www.prefinaparma.it  

Write a comment