Nuovo avvio per il super ammortamento

Il Decreto Crescita approvato lo scorso 4 aprile “salvo intese”, e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 aprile scorso, apre una nuova finestra di fruibilità per il superammortamento. La precedente apertura si era chiusa il 31/12/2018 (con proroga al 30 giugno 2019 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2018 l’ordine sia stato accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione).

Il superammortamento consiste in una maggiorazione pari al 30% del costo fiscalmente riconosciuto in caso di acquisizione di beni materiali strumentali nuovi, in modo da consentire l’imputazione al periodo d’imposta di quote di ammortamento e di canoni di locazione finanziaria più elevati.

Sono agevolabili i beni acquisiti a titolo di proprietà o di leasing.

Restano esclusi gli investimenti in:

– beni materiali strumentali con coefficienti di ammortamento inferiori al 6,5%;

– fabbricati e costruzioni;

– beni di cui all’allegato n. 3 annesso alla Legge di Stabilità 2016;

– autovetture di cui all’articolo 164 del TUIR.

Potranno usufruire dell’agevolazione gli investimenti effettuati da imprese e professionisti nel periodo tra il 1° aprile 2019 ed il 31 dicembre 2019 con proroga al 30 giugno 2020 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2019 l’ordine di acquisto sia stato accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

 

Write a comment