Commercio al dettaglio: contributi a fondo perduto per gli investimenti

BANDO PER L’INNOVAZIONE NEL SETTORE DEL COMMERCIO AL DETTAGLIO

REGIONE EMILIA ROMAGNA

Pubblicato il nuovo bando della Regione Emilia Romagna che mira a promuovere e sostenere l’innovazione nel settore del commercio al dettaglio in sede fissa e agevolare un complessivo riposizionamento strutturale che accresca la competitività delle imprese che operano in tale settore.

Il bando sarà aperto dal 20/05/2019 all’11/07/2019 con chiusura anticipata al raggiungimento di 200 domande, salvo riapertura della finestra in caso di non esaurimento delle risorse. Di seguito le principali caratteristiche:

TIPOLOGIA DEL CONTRIBUTO:
Contributo in Regime De Minimis a fondo perduto nella misura del 40% della spesa ammessa, con le seguenti premialità:
+ 5% per progetti di investimento:
– con ricaduta positiva sull’occupazione;
– e/o proposti da imprese femminili e/o giovanili;
– e/o con rating di legalità;
– e/o appartenenti ai settori della S3.

+ 5% per progetti di investimento proposti da imprese localizzate in aree montane o in aree 107.3. c.
Contributo max. 50.000,00 Euro

BENEFICIARI:
Micro, piccole e medie imprese – appartenenti alla sezione G47 dei settori di attività economica Ateco 2007, compresi tutti i sottodigit. (con esclusione dei seguenti gruppi e sottogruppi: 47.11.1 “Ipermercati”; 47.11.2 “Supermercati”; 47.3 “Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione”; 47.8 “Commercio al dettaglio ambulante”; 47.9 “Commercio al dettaglio al di fuori di negozi, banchi e mercati”) – che esercitano attività commerciale al dettaglio in sede fissa e aventi i requisiti di esercizio di vicinato ai sensi della vigente normativa (art. 4, comma 1, lettera d del D. Lgs. 114/1998 e smi).

TIPOLOGIA DEI PROGETTI AMMISSIBILI:
I progetti dovranno avere una dimensione minima di 10.000,00 euro e riguardare interventi per l’innovazione gestionale, dei sistemi di vendita e di servizio con l’utilizzo delle nuove e più moderne tecnologie digitali, quali a titolo di esempio e non esaustivo:

acquisto di soluzioni e sistemi digitali per l’organizzazione del back-end;
sviluppo di servizi di front-end e customer experience nel punto vendita;
sviluppo sistemi di video-collegamenti;
omnicanalità con integrazione con la dimensione del retail on line;
promozione del punto vendita attraverso canali web.

SPESE AMMISSIBILI:

  • Le spese dovranno essere sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda ed entro il 31/12/2019. Saranno ammissibili spese relative a:
  • a) acquisto di dotazioni informatiche ed attrezzature tecnologicamente innovative;
  • b) acquisto servizi di cloud computing e di licenze;
  • c) acquisto arredi e allestimento dei locali, comprese opere murarie, edili ed impiantistiche) (max 20% della somma delle spese di cui alle lettere a+b)
  • d) spese promozionali su canali web strettamente connesse al progetto (max 10% delle spese di cui alle lettere a+b+c);
  • e) acquisto di servizi di consulenza strettamente connessi alla realizzazione dei progetti e/o richiesti per la presentazione delle domande (max 10% della somma delle spese di cui alle lettere a+b+c+d)

 Per informazioni e per la presentazione delle domande potete rivolgervi a
Davide Maestri (T. 0521.227295 – Mail dmaestri@cnaparma.it) oppure a 
Marcello Mazzera (T. 0521.227256 – Mail mmazzera@cnaparma.it)