Innovazione tecnologica, bando per liberi professionisti

REGIONE EMILIA ROMAGNA BANDO PER IL SOSTEGNO DI PROGETTI RIVOLTI ALL’INNOVAZIONE, LA DIGITALIZZAZIONE E L’INFORMATIZZAZIONE DELLE ATTIVITA’ PROFESSIONALI

Presentato il nuovo bando della Regione Emilia Romagna finalizzato ad accrescere la competitività delle attività professionali attraverso la digitalizzazione dei servizi. Il bando sarà aperto dal 9 aprile 2019 al 30 maggio 2019 salvo chiusura anticipata al raggiungimento di 100 domande.

BENEFICIARI

  • Liberi professionisti ordinistici: titolari di partita IVA iscritti a Ordini o Collegi professionali e alle rispettive Casse di previdenza, che operano in forma singola, associata o societaria.
  • Liberi professionisti non ordinistici: titolari di partita IVA, autonomi, operanti in forma

singola, o associata di “studi formalmente costituiti“ (esclusa la forma di impresa), che svolgono prestazione d’opera intellettuale e di servizi e siano iscritti alla gestione separata INPS.

TIPOLOGIA DI CONTRIBUTO
I contributi oggetto del presente bando sono concessi a fondo perduto e nella misura del 40% dell’investimento effettuato.
La percentuale di contributo è elevata al 45% dell’investimento nei seguenti casi:

  • incremento occupazionale;
  • impresa femminile e/o giovanile;
  • sede operativa o unità locale oggetto dell’intervento localizzata nelle aree montane;
  • possesso del rating di legalità.

L’importo massimo del contributo concedibile per ciascun progetto ammesso a finanziamento non potrà comunque eccedere la somma complessiva di € 25.000,00.

INVESTIMENTI AMMISSIBILI
Investimenti per un importo di almeno € 15.000,00 finalizzati all’introduzione di strumenti informatici e telematici avanzati e alla loro integrazione con l’organizzazione professionale/aziendale. In particolare:

  • Interventi per l’Innovazione tecnologica;
  • Interventi per la strutturazione, l’organizzazione e il riposizionamento strategico delle attività libero professionali;
  • Interventi per diffusione della cultura dell’organizzazione e della gestione/valutazione economica dell’attività professionale;

 SPESE AMMISSIBILI

  • A) acquisto di attrezzature, infrastrutture informatiche, tecnologiche, digitali finalizzate alla realizzazione di piattaforme, siti web, al miglioramento della connettività di rete, alla digitalizzazione e la dematerializzazione dell’attività, la sicurezza informatica, la fatturazione elettronica, il cloud computing, il business process, compresa la strumentazione accessoria al loro funzionamento;
  • B) spese per l’acquisizione di brevetti, licenze software e di servizi applicativi necessari al conseguimento degli obiettivi dell’intervento, o altre forme di proprietà intellettuale;
  • C) spese accessorie, di carattere edilizio, strettamente connesse alla installazione e posa in opera di attrezzature, infrastrutture informatiche, tecnologiche e digitali, necessarie alla realizzazione del progetto, nel limite massimo di 5.000 euro;
  • D) spese per l’acquisizione di consulenze specializzate, riconosciute nella misura massima del 30% della somma totale delle altre voci di spesa (A + B +C).

Le spese di addestramento e formazione del personale non sono ammissibili se generiche e finalizzate a formare un profilo professionale con eventuale rilascio di attestato finale/certificazione di formazione professionale.

 MODALITÀ DI ISTRUTTORIA E VALUTAZIONE DEI PROGETTI DA PARTE DELLA REGIONE
La valutazione dei progetti e l’eventuale ammissione a finanziamento degli stessi sarà effettuata secondo l’ordine cronologico di presentazione.

RENDICONTAZIONE DELLE SPESE SOSTENUTE E DELLE ATTIVITA’ SVOLTE
Nella rendicontazione dovranno essere indicate le spese effettivamente ed integralmente sostenute per la realizzazione dell’intervento. Gli interventi agevolati dovranno essere conclusi entro il 31 dicembre 2019 e le relative spese dovranno essere fatturate nel periodo compreso tra la data di presentazione della domanda e il 31 dicembre 2019.

Per ulteriori informazioni sulla misura, presentazione della domanda, e documentazione occorrente rivolgersi a:
Rossi Emanuele | Tel. 0521.227244 | erossi@prefinaparma.it